Vi presentiamo le 4 C

L’identificazione e l’attribuzione del rispettivo valore di mercato dei diamanti è realizzata da esperti gemmologi che seguono norme universalmente note come le 4 C: Carat, Colour, Clarity e Cut. Queste designazioni rappresentano una forma efficace e universale di comunicazione tra gli operatori del settore dei diamanti.

Carat Weight (Peso in Carati)

Il Carato è l’unità di misura dei diamanti e di altre pietre preziose e serve a determinare il peso delle gemme. Sappiamo che 1ct (carato) equivale a 0,2 g e permette di definire il peso della pietra in modo da attribuirle un valore.

Colour (Colore)

Ma i diamanti non sono tutti bianchi? Si tratta di una domanda che l’acquirente pone spesso. In realtà, i diamanti nella cosiddetta Scala Normale del Colore sono classificati in base alla totale assenza di colore fino a tonalità molto chiare di giallo, grigio o marrone. La scala del colore utilizza le lettere dalla D alla Z, dove la D rappresenta i diamanti completamente incolore, e la Z quelli con maggiore presenza di giallo nella sua composizione. In base alla logica della scala del colore, il diamante classificato con la lettera D è il più prezioso. Piccole differenze di colore assumono un impatto importante sul valore di mercato del diamante. I diamanti CARLTON sono classificati con la lettera G/H.

Ci sono anche i diamanti Fancy che sono diamanti colorati che, per la loro rarità, sono estremamente preziosi. I diamanti con un colore che va dal giallo al marrone sono i più comuni, quelli color rosso, viola o blu, sempre più apprezzati negli ultimi decenni, per la loro rarità e valore compaiono spesso in aste.

Clarity (Purezza)

Sappiamo che il diamante è una pietra naturale che si forma a pressioni e temperature elevate, condizioni queste che determinano l’eventuale presenza di “impurità” che noi gemmologi chiamiamo inclusioni. La purezza è probabilmente la “C” più importante perché determina il numero, quantità, localizzazione e visibilità delle inclusioni del diamante. La scala di purezza del diamante utilizza la seguente nomenclatura: Flawless (F), Internally Flawless (IF), Very Slightly Included (VVS), Very Slightly Included (VS), Slightly Included (SI) e Included (I) di cui Flawless è il diamante più raro e prezioso perché non possiede nessun difetto interno ed esterno ed è quindi il diamante perfetto. Possiamo lavorare tutta la vita come gemmologi e non imbatterci mai un Flawless, tanto è raro.

Cut (Taglio)

Un buon taglio è il modo in cui l’essere umano può contribuire alla bellezza di una gemma. Quando un diamante interagisce con la luce, tutti gli angoli e le faccette influenzano la quantità di luce che viene riflessa e percepita dai nostri occhi. Un maestro gioielliere con esperienza può lavorare la gemma in modo da trasmetterle le proporzioni ideali in grado di valorizzare la brillantezza del diamante. La scala del taglio classifica i diamanti da Eccellente a Scarso.

La cura del Diamante

Nonostante la sua durezza nella scala Mohs sia 10, il diamante non è indistruttibile poiché ci sono piani atomici della struttura molecolare in cui gli atomi non sono così strettamente legati, il che può provocare una rottura del diamante in corrispondenza di tali piani. Ciò significa che è necessario dedicare una certa attenzione al diamante, soprattutto se molto esposto. Inoltre, il diamante può graffiare un altro diamante, per cui dobbiamo prestare particolare attenzione a gioielli con più diamanti incastonati, per esempio, a binario.

È importante riferire che, quando si acquista un gioiello con diamanti, è necessario averne cura pulendolo regolarmente, infatti il diamante attrae facilmente il grasso. Il modo più indicato per pulire un diamante è usare acqua calda e uno spazzolino morbido. Ricordiamo inoltre che l’incastonatura deve essere controllata ogni 2 anni.

La cura delle Perle

Le perle sono gemme organiche provenienti da esseri viventi e richiedono quindi una certa cura in virtù della loro superficie porosa e sensibile.

È importante evitare creme, profumi e prodotti detergenti o chimici in grado di corrodere o danneggiarne la madreperla che rappresenta la brillantezza naturale della superficie della perla.

Poiché sono più fragili delle altre gemme, devono essere tenute in una custodia o in una scatola, separate da altri gioielli, al fine di preservare la bellezza naturale che le caratterizza.

Garanzie

Tutti i gioielli CARLTON sono accompagnati da un certificato di autenticità che attesta la qualità delle nostre creazioni. I nostri gioielli sono opera di maestri gioiellieri con esperienza e ricevono un’attenzione unica e speciale. Sono creazioni in cui si fa uso delle migliori materie prime.